PER QUESTO LE SVIZZERE E GLI SVIZZERI VOTANO SÌ

SÌ all’iniziativa contro l’immigrazione di massa.

La Svizzera ha sempre accolto generosamente, ma in maniera controllata, la manodopera straniera, offrendole delle prospettive professionali. Dal 2007, tuttavia, sono immigrate in Svizzera annualmente oltre 80'000 persone in più di quante ne siano emigrate. Ciò equivale, anno dopo anno, a una crescita della popolazione nell’ordine di grandezza della città di Lucerna, in due anni addirittura al numero di abitanti della città di Ginevra. Ogni anno, ciò richiede una superficie abitativa pari a 4'560 campi di calcio. Dall’anno scorso, la Svizzera ha oltrepassato gli 8 milioni di abitanti - in circa vent’anni, senza un contenimento dell’immigrazione, avrà raggiunto la soglia dei 10 milioni.Le conseguenze di questa catastrofica evoluzione sono quotidianamente percepibili: disoccupazione in crescita (quota di disoccupati fra gli stranieri pari all’ 8,5%), treni sovraccarichi,

strade intasate, rincaro degli affitti e dei terreni, perdita di preziosi terreni coltivabili a causa della cementificazione del territorio, pressione sui salari, criminalità straniera, abuso dell’asilo, cambiamento di cultura a livello dirigenziale e quota esagerata di stranieri a carico dell’assistenza e di altre opere sociali. L’odierna dismisura nell’immigrazione mette in pericolo la nostra libertà, la sicurezza, il pieno impiego, il nostro paesaggio e, infine, il nostro benessere in Svizzera. L’iniziativa, fra l’altro, non vuole un arresto generalizzato dell’immigrazione, né tantomeno pretende la rescissione degli accordi bilaterali con l’Unione europea (UE). Essa da tuttavia al Consiglio federale il compito di avviare nuovi negoziati con l’UE sulla libera circolazione delle persone e sulla possibilità di una gestione e di un controllo autonomi: un’iniziativa ragionevole e moderata.

EDIZIONE STRAORDINARIA

Download PDF (4.27 MB)

Comitato interpartitico
contro l’immigrazione di massa
Casella postale 8252
3001 Berna

Telefono: 031 300 58 58
eMail: info@immigrazione-di-massa.ch